Il futuro secondo Ray Kurzweil

By luglio 24, 2018technology

Benvenuti nel futuro secondo Ray Kurzweil, il “genio instancabile”, futurista, inventore, creatore di film, autore di bestseller e padre dell’intelligenza artificiale.

Abbiamo incontrato Kurzweil con i suoi studenti alla Singularity University, organizzazione che ha co-fondato e che continua ad infondere con le sue visioni e soluzioni. Il tono della sua voce è ipnotico, e lentamente fornisce informazioni dirompenti alla mente. In questa parte della conferenza, Kurzweil spiega come il riformo tecnologico sta cambianto il concetto di moralità e la natura di noi umani.

ANNUNCIATORE: Il Wall Street Journal lo ha definito “il genio inquieto” e ha ricevuto venti lauree ad honorem, che è venti di più della maggior parte di noi. Con grande piacere e un caloroso benvenuto, vi introduco il Dr. Ray Kurzweil.

KURZWEIL: Direi che la grande maggioranza di voi vivrà per sempre- tutti sembrate molto giovani—ma ho intenzione di farlo anch’io, e sono probabilmente più vecchio di voi. Molte delle previsioni che vedo su salute e medicina si basano sulla traiettoria che conosciamo, su quanto tempo occorre per lo sviluppo dei risultati e per studiare le cure. Ma tutto questo si riferisce al progresso lineare di salute, medicina e biologia poiché in passato non erano basate sull’informatica. Era un approccio quasi a caso. Oggi usiamo i computer per tenere traccia delle informazioni, e la biologia è fondamentalmente un processo di informazione. I geni sono programmi software, e questa non è una metafora. Sono sequenze di dati, e si sono evoluti molto tempo fa; ora abbiamo i mezzi non solo di scoprire che cosa è il codice “oggetto”, ma anche di analizzarlo e di riprogrammarlo. La tecnica dell’interferenza di RNA può spegnere i geni. Nuove forme di terapia genica possono aggiungere nuovi geni. E la potenza di queste tecnologie oggi sta procedendo in modo esponenziale. A metà del progetto genoma, i critici lo etichettavano un fallimento perché solo l’1% era stato sequenziato in sette anni. Dicevano, “Con l’uno per cento in sette anni, ce ne vorranno 700, come avevamo pronosticato.” Ma in realtà il progetto fu terminato sette anni dopo perché 1% è a soli sette raddoppi dal 100%. Questo processo è continuato dopo la fine del progetto genoma. Il primo genoma è costato un miliardo di dollari. Oggi siamo a qualche migliaio di dollari. Ma possiamo anche riprogrammare il software obsoleto. Quindi, queste tecnologie sono ormai mille volte più potenti di quanto lo fossero dieci anni fa. Questa è l’implicazione del raddoppio ogni anno in termini di prestazioni e capacità a parità di prezzo. È stata una decina di anni fa che abbiamo finito il progetto genoma, e stiamo vedendo i primi frutti di questo sforzo nel processo di approvazione finale. Ho sentito parlare di almeno un centinaio di progetti molto interessanti sul cancro e molte altre malattie che stanno arrivando alla radice della causa, trattando queste malattie come informazioni. E la nostra capacità di intervenire sta davvero raddoppiando ogni anno. Quindi, queste tecnologie saranno un migliaio di volte più potenti in dieci anni. Saranno un milione di volte più potenti in venti anni. Vedremo cambiamenti incredibili nel prossimo decennio. Tra dieci o venti anni da oggi, ci sarà una vera e propria rivoluzione. Credo che supereremo le malattie e l’invecchiamento. Quindi allacciate le cinture di sicurezza. Evitate gli sport estremi. Potete anche voi… Credo che siamo a dieci, dodici, forse quattordici anni di distanza dal momento in cui aggiungeremo più di un anno ogni anno. Non solo all’aspettativa di vita alla nascita, ma a quella rimanente, raggiungendo così un punto di non ritorno. Ora, la speranza di vita è un fenomeno statistico Insomma, potreste comunque essere colpiti dal proverbiale tram, domani. Ma stiamo lavorando anche su questo, con le macchine autoguidate. Quindi penso che la prospettiva stia cambiando, e che avremo un grande potere tra dieci anni. A venti anni da oggi sarà un mondo completamente diverso.