Una realtà o più realtà?

By 25 Marzo, 2016 2 Agosto, 2019 technology

La realtà che vediamo è la sola realtà? Seguiamo David Roberts, docente alla Singularity University, in un affascinante viaggio alla scoperta del nostro rapporto con la tecnologia. Un’esperienza che riempie di speranza per il futuro di un mondo che abbraccia l’intelligenza artificiale.

Cristina: Quando apriamo gli occhi, siamo sicuri che quella che vediamo è la realtà o una realtà. Le tecnologie tornano a farci ragionare su questo e ci pongo molti dubbi. E’ vero?

David Roberts: La realtà: in questa piccola stanza stanno succedendo moltissime cose, ma noi vediamo sola una piccolissima parte dello spettro visibile, che viene reso accessibile, cosicché crediamo di percepire ciò che ci sta intorno, ma il mondo è molto più interessante e complesso. Siamo in cima alla piramide ecologica, quindi ci sentiamo i migliori.
L’intelligenza artificiale ci rende più umili, perché… siamo poco più intelligenti di un gorilla! Se ci misurassimo su una scala di intelligenza, saremo poco più su, ma la scala in effetti è immensa. E ora che i computer fanno molte cose molto meglio di noi, li diamo per scontati. Ma credo che il futuro ci riporterà con i piedi per terra e capiremo questa nuova relazione che abbiamo con la tecnologia. Credo che diventerà anche un potente strumento di formazione. Credo che … oggi la realtà virtuale può sembrarci estranea, ma è stato lo stesso con la TV. Aveva i suoi aspetti positivi e negativi. Le persone potevano vivere per 1,2,3 ore al giorno in un altro mondo, fatto di film meravigliosi, di bellezza, dolore e tutte quelle che cose che fanno parte della vita. Cose che non avevano mai potuto provato prima.
Sul futuro, ho 3 convinzioni: i beni materiali costeranno sempre meno, il sapere sarà sempre più accessibile. Arriveremo a un punto in cui potremo… costruire ciò che vogliamo a pochissimo, e… sapere tutto quello che vogliamo.
In un modo dove il sapere e le cose valgono poco, cos’è che ha valore? Per me, ciò che avrà valore, sarà il nostro carattere: l’integrità, il coraggio, la compassione. In futuro queste tre cose avranno molto valore, molto più valore di quanto ne abbiano oggi. La tecnologia da sola non ha senso. Puoi avere tutta la tecnologia del mondo, ma senza uno scopo virtuoso, non servirà mai a niente.