Mathesia

By aprile 23, 2019technology

Mathesia è una piattaforma che aiuta le aziende ad individuare i migliori esperti facilitando il dialogo tra il mondo del business e quello della scienza. Nata al Politecnico di Milano, dalla collaborazione di 2 start-up, valorizza l’eccellenza italiana nel campo della matematica applicata.

Cristina: Oggi vi raccontiamo di una piattaforma web che connette società e organizzazioni con le migliori menti matematiche, per risolvere problemi e accelerare l’innovazione, in qualunque settore.

Luca Prati: Il progetto nasce al Polihub, l’incubatore del Politecnico di Milano. Ci occupiamo di valorizzare la scientifica e lo facciamo attraverso una piattaforma digitale mettendo in dialogo da un lato le aziende e dall’altro gli esperti della matematica  e statistica applicata.

Cristina: L’idea è venuta vedendo che in altri ambiti, quali lo sviluppo di software o il design di loghi, il modello del crowdsourcing, ossia l’esternalizzazione di progetti, era già diffuso. E sapendo che le competenze matematiche e statistiche saranno cruciali per le aziende, hanno creato una rete di professionisti qualificati nell’ambito di simulazione numerica, ottimizzazione e data science… Grazie ad un algoritmo, la piattaforma aiuta le aziende ad individuare i migliori esperti facilitando il dialogo tra il mondo del business e quello della scienza.

Luca: Per farti un’esempio, ti racconto uno dei primi problemi che abbiamo risolto e affrontato. Il problema era uno di logistica di una multinazionale che aveva i magazzini bloccati perché i prodotti che erano all’interno di questo magazzino avevano una forma cilindrica ed erano molto delicati. C’era la produzione ferma per il fatto che non riuscivano a venire stoccati nella maniera corretta. È stato possibile risolvere il problema grazie ad una competenza trovata sulla piattaforma, che aveva già risolto il problema in un ambito diverso ma aveva un modello simile, ed era quello di una falegnameria. Uno degli aspetti più interessanti della matematica è quello di poter riutilizzare gli stessi modelli per risolvere problemi in ambiti completamente distanti tra loro. E questo a volte consente risparmi molto interessanti sia in termini di tempo che di costi.

Cristina: Un importante ospedale milanese ha ottimizzato la gestione delle sale operatorie attraverso un’analisi statistica di loro dati raccolti per anni, quali: tipo di intervento e caratteristiche dei pazienti, stabilendo così, in modo più preciso, la durata di ogni operazione. Questo ha reso più efficiente sia la pianificazione degli interventi sia i costi delle sale. Anche la sicurezza sul lavoro può essere migliorata attraverso questa piattaforma. Una grande industria energetica ha avviato un’analisi sui dati storici di incidenti, per mappare le caratteristiche e le fonti di informazione più rilevanti, e capire meglio le cause e i fattori di rischio.

Luca: Abbiamo creato una rete di esperti – ora sono circa 3000 tra ricercatori, professori universitari e consulenti professionali. Sono le eccellenza nei mondi della matematica e statistica applicata.

Cristina: Il vantaggio di questa piattaforma è che consente ai cervelloni italiani e ai nostri esperti di dare un loro importante contributo alla soluzione di problemi senza lasciare il nostro paese. E sappiamo qui quanto ci sia bisogno di teste brillanti!