Holey, la stampa 3D sta cambiando l’ortopedia

By agosto 3, 2018technology

Holey, una start-up di Lazio Innova, stampa gessi e tutori ortopedici in 3D al costo di un gesso tradizionale, ma con notevoli vantaggi.

Statiscamente un italiano su due, nel corso della vita, si rompe un osso. Quindi, una buona parte di voi, sa quant’è pesante portare un gesso. Oggi ci sono alternative.
Cosa vi siete inventati?

Abbiamo realizzato una soluzione in grado di produrre tutori ortopedici stampabili in 3D, su misura, che possono sostituire i gessi tradizionali o i tutori commerciali in taglie. La nostra soluzione è composto da uno scanner tri-dimensionale che acquisisce le misure del paziente e un software che automaticamente crea il modello virtuale, che poi può essere fabbricato utilizzando la stampante.

I tempi quali sono?

La scansione è quasi immediata, solo 30 secondi, dopo di che il software impiega qualche minuto per creare il modello virtuale e dopo ci sono due ore della stampante 3D per la fabbricazione del tutore, mentre il tempo per un gesso tradizionale è di un’ora. La tecnologia della stampante sta andando sempre più veloce quindi ci stiamo avvicinando sempre di più con il tempo. Come costo per un tutore per il polso e avambraccio costa circa 10 euro mentre il gesso tradizionale tra gli 8-12 euro.

Questo però ha notevoli vantaggi, quali sono?

Si riduciamo il rischio di complicazioni dal punto di vista medicale, come le irritazioni cutanee, i nostri tutori non sono invadenti, sono molto leggeri e completamente resistenti all’acqua in quanto realizzati in un materiale plastico, quindi può continuare a fare la doccia, andare al mare e continuare tutte le attività quotidiane come se niente fosse. Inoltre esercitano una pressione uniforme su tutto l’arto per cui scongiuriamo pure eventuali complicazioni come la sindrome compartimentale, che succede quando una pressione non omogenea viene applicata per lunghi periodi e blocca lo scorrimento normale del sangue.

Siete già presenti in istituti traumatologici?

Si, attualmente collaboriamo con l’Inail che ci sta accompagnando per effettuare test clinici a livello nazionale.