Foxwin, la piattaforma delle idee

By gennaio 14, 2019technology

Foxwin è una piattaforma nata per dare valore alle idee. I dipendenti possono partecipare a bandi all’interno della propria azienda, facilitando la condivisione e sviluppo di creatività e ingegno.

Cristina: Avere buone idee per migliorare la propria attività o organizzazione è una prerogativa di tutti, ma come organizzarle ed implementarle è un’altra questione. Filippo, voi come fate?

Filippo Causero: Che cosa deve fare una persona in azienda se vuole realizzare la propria idea innovativa, magari cambiare anche il processo. Deve parlare con il suo responsabile, e il suo responsabile deve parlare con un dirigente. Molte volte però questo processo di approvazione si blocca sempre da qualche parte, quindi abbiamo creato un’applicazione, un software, per le aziende medio-grandi per raccogliere tutte le idee innovative, suggerimenti sui nuovi prodotti da condividere all’interno dell’azienda. Così che tutti quanti possano votare le idee dei colleghi ed aiutare a migliorare.  Poi saranno i dirigenti che sceglieranno le idee migliori da realizzare. L’idea è nata in una multinazionale italiana dove abbiamo creato questo concorso delle idee e devo dire che in otto mesi abbiamo risparmiato quasi 3 milioni di euro.

Cristina: Trovate che i collaboratori e dipendenti esprimano le loro idee più facilmente anonimamente o identificandosi?

Filippo: Soltanto le idee che verranno realizzate e quindi che si trasformeranno in progetti concreti, solo in quel caso il nome dell’autore diventerà visibile.

Cristina: Cosa c’è di diverso rispetto alla classica scatola dei commenti?

Filippo: La scatola dei suggerimenti ha più di cento anni, e ci sono alcune aziende che sono riuscite a fare un grande successo con questa scatola. Abbiamo trasformato la scatola in uno strumento, un software innovativo, che aiuta la collaborazione interna dell’azienda. Snellisce tutto il processo dalla raccolta dell’idea alla sua realizzazione. Con il software si possono fare due cose principalmente: o un processo di miglioramento continuo secondo degli obbiettivi, come la riduzione di costi, oppure si possono proporre delle sfide con dei problemi da risolvere e in breve ottenere moltissime soluzioni al problema.

Cristina: Questo tipo di servizio che costi ha?

Filippo: Il service è come un software, quindi un CAD mensile o annuale in base alla dimensione dell’azienda però adesso c’è anche un incentivo economico che è legato al coinvolgimento paritetico dei lavoratori che abbatte quasi del tutto i costi della piattaforma. Noi puntiamo sul fatto che l’80% delle persone sia insoddisfatta del proprio lavoro, vogliamo aiutare le organizzazioni, aiutare le persone ad indirizzare le proprie idee. Perché se uno usa la propria determinazione, creatività, riesce a migliorare la propria azienda e si sente più partecipe. Quindi è più coinvolto ed è anche più felice di andare al lavoro.

Cristina: Opportunità come queste sono preziose per far circolare le buone idee.